ALTUM PARK a San Desiderio il regno dell’outdoor. Il primo centro polisportivo per gli sport outdoor della Liguria.
Sulle prime colline tra San Martino e la Valbisagno. Tre ettari di bosco, chilometri di sentieri e piste.

TELEFONO:           3755904208

MAIL:           estate@parcosportgenova.it

INDIRIZZO:  Via Pomata 8, San Desiderio (GE)

Attività anche…indoor

Condivi su...

La caratteristica principale di Altum Park, fin dalla sua apertura il 5 Maggio 2019, è quella di essere un Parco sportivo per molte discipline outdoor potendo contare su 3000 metri quadrati di verde, chilometri di sentieri e boschi che fanno da corona alla struttura.

Un tratto distintivo che  lo rende quasi unico in Liguria.

Non è stato siglato però un contratto per “garantire sempre il sole “a San Desiderio e quindi ci si deve attrezzare anche, soprattutto nella programmazione e nella logistica dei centri estivi, per i giorni di pioggia.

Per fortuna le avverse condizioni meteo finora si contano sulle punte delle dita di una mano e mai la pioggia ha, comunque, imperversato per tutta la giornata.

Oggi la decima settimana degli Educamp CONI  è iniziata sotto una pioggia battente, ampiamente prevista da Arpal,  che non ha impedito lo svolgimento dell’ attività ludico-motoria.

Il lato positivo è stato un salutare abbassamento della temperatura e del fastidioso tasso di umidItà che aveva caratterizzato le ultime due settimane.

Nelle prime ore della mattinata l’attività è stata declinata in “modalità indoor”, grazie agli spazi di cui la struttura dispone, e alla fantasia e creatività degli operatori-educatori.

Oltre ai soliti laboratori ecco la versione “al coperto “del tiro con l’arco, attività coordinata da Matilde Massardo, e dello skate board, guidata da Federica Salvini: entrambe hanno sfruttato il lungo corridoio degli spogliatoi dei campi di calcio.

 

Altri luoghi asciutti ad Altum Park, utilizzabili in caso di pioggia, sono la tribuna coperta del campo ad 11, la tettoia prospicente il bar “  2 Marco” e il Rifugio dell’Eremita.

In tarda mattinata tutto è  tornato alla… normalità: un timido sole  è spuntato fra le nuvole, dietro i monti.

I ragazzi del gruppo di Thierry Audel non aspettavano altro per scatenarsi in campo con un’avvincente sfida di Minirugby”.


Condivi su...