ALTUM PARK a San Desiderio il regno dell’outdoor. Il primo centro polisportivo per gli sport outdoor della Liguria.
Sulle prime colline tra San Martino e la Valbisagno. Tre ettari di bosco, chilometri di sentieri e piste.

TELEFONO:           3755904208

MAIL:           info@parcosportgenova.it

INDIRIZZO:  Via Pomata 8, San Desiderio (GE)

Ciao Adriano!

Condivi su...

E’ mancato all’affetto dei suoi cari e di tutti quelli che gli volevano bene Adriano Bianchi, 71 anni, anima del Centro Sportivo Italiano e della struttura diocesana di San Desiderio.

Amava visceralmente questo sito: lo trovavamo spesso con i guanti a potare gli alberi, a curare il suo uliveto, a raccogliere  cartacce e plastica che non venivano messe correttamente nei contenitori della differenziata.

Sempre disponibile generosamente a fare qualsiasi lavoro manuale a coordinare quello degli altri con consigli preziosi.

Con la nascita di Altum Park ha intensificato le sue presenze a San Desiderio, lo trovavi a qualsiasi ora, giorni feriali e festivi: aveva un ottimo rapporto con i bambini dei centri estivi.

Questa immagine di  lui che si mette in gioco, caschetto regolamentare in testa, e prova la zip line è  emblematica.

Ricordiamo con commozione anche i  suoi racconti presso la Grotta dell’Eremita o i laboratori sulle api.

Instancabile, disponibile con tutti, non amava apparire, preferendo sempre  restare  in seconda fila.

Adriano ha incarnato con i fatti, con le azioni di tutti i giorni, con la sua passione educativa, il vero spirito del CSI  e  i suoi valori.

“Non  è stato solo lo storico presidente del Centro sportivo italiano e braccio destro di don Caviglia. Non era solo onnipresente e disponibile per tutti, me per primo,- dice Enrico Carmagnani Presidente CSI Genova-non era solo una persona più sagace di quanto egli stesso volesse mostrare e di quanto molti sapessero cogliere. Adriano era anche, e soprattutto, un esempio di accoglienza, umiltà e carità  e generosità cristiana.

Aveva accolto la Parola più di chiunque abbia mai conosciuto. Ci ha guidato verso quello “stupore” che lui ben custodiva e che gli si leggeva negli occhi ogni volta che lo incontravi a San Desiderio, o durante una premiazione o mentre ti raccontava di quanto fatto da questa o quella persona che lui aveva aiutato e che magari nemmeno lo aveva ringraziato. Adriano  ci insegnava ad amare il prossimo, qualsiasi errore avesse commesso. Era il Buon Samaritano che non passa oltre. Il difensore di tante cause “perse” ed il crociato di battaglie dimenticate. Sempre il primo ad arrivare e l’ultimo ad andarsene. Era questo e molto altro. Unica consolazione – conclude Enrico Carmagnani– per noi è saperlo accolto in cielo dall’amato don Caviglia e dall’inseparabile amico Emilio che lo staranno guidando verso quella Luce che forse vedeva  già quando era in mezzo a noi”.

Adriano Bianchi lascia un ricordo indelebile nella grande famiglia del CSI: dirigenti, volontari, arbitri

Il funerale sarà celebrato giovedì 18 marzo presso N.S. Regina Pacis alle ore 11.45.

Il S.Rosario mercoledì 17 marzo alle ore 18.30.

 

 


Condivi su...