ALTUM PARK a San Desiderio il regno dell’outdoor. Il primo centro polisportivo per gli sport outdoor della Liguria.
Sulle prime colline tra San Martino e la Valbisagno. Tre ettari di bosco, chilometri di sentieri e piste.

TELEFONO:           3755904208

MAIL:           info@parcosportgenova.it

INDIRIZZO:  Via Pomata 8, San Desiderio (GE)

Giochi della tradizione con la FIE

Condivi su...

La corsa nei sacchi, il pampano, la corsa con i cerchi utilizzando vecchie ruote di biciclette , uno “shangai” gigante con canne di bambù, la gara con le grette e le biglie: sono solo alcuni dei cosiddetti “giochi della tradizione” che hanno coinvolto questa mattina, grazie alla Federazione italiana escursionismo, i ragazzi degli Educamp CONI a San Desiderio.

Sono attività che, come ha detto il Presidente del CSI di Genova Enrico Carmagnani, forse più di ogni altra rispecchiano i valori e la filosofia della proposta educativa di Altum Park.

Attività per le quali si utilizzano, è importante sottolinearlo, esclusivamente materiali naturali, di scarto o di riciclo.

L’iniziativa ha avuto uno straordinario successo con tanti volti sorridenti e l’entusiasmo genuino di chi, forse, non aveva mai sperimentato questi giochi: all’apparenza sembrano semplici ma hanno dietro una “storia” e richiedono, comunque, certe capacità psico- motorie.

A coordinare i vari gruppi di bambini e ragazzi dislocati in vari settori del Parco sportivo outdoor di Genova, c’erano alcuni volontari della FIE, fra i quali il Presidente regionale Paolo Puddu.

La collaborazione fra Altum Park e la FIE è nata subito, quasi naturalmente per comuni obbiettivi, nel 2019.

L’anno scorso, oltre ad un laboratorio a San Desiderio,  era stata organizzata una bella e molto partecipata gita a Montoggio con visita ai ruderi castello dei Fieschi.

La prossima primavera potrebbero esserci una o più escursioni guidate che coinvolgano non solo i ragazzi ma anche i genitori, sono arrivate espresse richieste da parte delle famiglie, per scoprire qualche meraviglia sconosciuta del nostro splendido entroterra.

 


Condivi su...