ALTUM PARK a San Desiderio il regno dell’outdoor. Il primo centro polisportivo per gli sport outdoor della Liguria.
Sulle prime colline tra San Martino e la Valbisagno. Tre ettari di bosco, chilometri di sentieri e piste.

TELEFONO:           010 592755

MAIL:           altum@parcosportgenova.it

INDIRIZZO:  Via Pomata 8, San Desiderio (GE)

IL “FATTORE SPORTIVO” A SAN DESIDERIO

Altum Park di San Desiderio è stato finanziato con fondi europei nell’ambito del bando S Factor vinto dal CSI nazionale per progetti di polisportive sociali.
In Italia il 13% dei bambini all’età di 13 anni è inattivo, il 10% in più della media europea. La sedentarietà è causa di predisposizione ad una serie di malattie e all’obesità oltre che dell’aumento delle dipendenze come l’abuso di alcool e lo sviluppo di nuovi fenomeni come l’intossicazione digitale.
E’ una situazione critica che si traduce anche in un grave deficit economico com un costo complessivo di 12 miliardi di euro, il 9% della spesa sanitaria complessiva italiana.
Ma c’è un dato forse ancora più preoccupante: secondo molti studi scientifici nel 2020, cioè domani, i bambini raggiungeranno il grado zero delle loro capacità motorie generando quindi, di riflesso, adulti ancora meno sportivi e più inclini a patologie.
La responsabilità del CSI, che coinvolge quasi 500.000 giovani, su un totale di 1 milione e mezzo di tesserati circa,è fondamentare per tenere in movimento e in relazione fra di loro ragazze e ragazzi consentendogli di adottare uno stile attivo. Tutto questo sarà possibile in futuro solo grazie ad una grande alleanza sociale ed educativa che parte da progetti come S Factor che porterebbero ad un risparmio della spesa sanitaria di 250 milioni di euro.
Al Parco Outdoor di Genova i giovani potranno cimentarsi, durante la loro permanenza, in discipline cosiddette “nuove”, più emozionali,fare attività in mezzo alla natura, mangiare sano: tuttti ingredienti della ricetta per “un Fattore Sportivo che sia davvero- come dice il Presidente Nazionale CSI Vittorio Bosio- elemento indispensabile della vita della comunità e delle persone”