ALTUM PARK a San Desiderio il regno dell’outdoor. Il primo centro polisportivo per gli sport outdoor della Liguria.
Sulle prime colline tra San Martino e la Valbisagno. Tre ettari di bosco, chilometri di sentieri e piste.

TELEFONO:           3519324340

MAIL:           info@parcosportgenova.it

INDIRIZZO:  Via Pomata 11,
San Desiderio (GE)

Si gioca anche a mini rugby

Condivi su...

Nel palinsesto dei centri estivi di Altum Park si coniugano, da sempre, in modo efficace attività ludico- motoria ed attività più prettamente sportiva anche se per questa, con le linee guida di prevenzione al Covid,ci sono quest’anno alcune limitazioni.
Grazie ad Andrea Scarabelli, educatore certificato CONI/CSI ma anche allenatore di primo livello, under 12, della società Superba, tesserato alla F.I.R., dai prossimi giorni si potrà praticare sui campi di San Desiderio anche il mini rugby.
In teoria con l’ordinanza regionale sarebbero consentiti gli sport di contatto ma essendo il rugby, “particolarmente di contatto”, verrà declinato in una modalità decisamente soft.
Ci saranno, comunque, giochi motori con la palla ovale, il passaggio all’indietro, schemi di base, qualche esercizio che implica che il ragazzino usi la forza.
Gli educatori di Altum Park proporranno vere e proprie partite, con i giocatori dotati di una “coda” e l’obbiettivo sarò quella di strapparla: in programma ci sono anche sfide a calciare la palla, da distanze diverse, all’interno di cerchi.
Il mini rugby è uno sport che riscuote, negli ultimi anni, uno straordinario successo fra i giovanissimi con un incremento di iscrizioni alle società.
Il reclutamento non è certamente un problema perché sono le mamme a portare i figli al campo: un po’ perché intuiscono che nel rugby ci sono “valori” che magari non riscontrano più in altri sport di squadra, un po’ per moda.
Diventa fondamentale la qualità dell’insegnamento, partendo dal presupposto che l’allenatore deve essere soprattutto un educatore.

Il mini rugby favorisce integrazione e socializzazione: nelle squadre possono giocare insieme sia maschi che femmine.
Una disciplina in cui si alternano momenti di scatto a momenti di relativo riposo, in cui ogni azione di gioco è imprevista: a seconda di come si sviluppa può prendere una direzione o un’altra.
Il ragazzino interagisce con un ambiente esterno che cambia continuamente e in cui deve rapidamente prendere decision,i sulla base di informazioni che gli arrivano.
E’ uno sport davvero per tutti dove i concetti fondamentali sono “squadra” e “sostegno reciproco”
Il mini rugby, per i ragazzini dai 6 ai 12 anni, è la naturale prosecuzione di RugbyTots, il programma di motricità infantile per bambini di età inferiore ai sei anni che utilizza le competenze specifiche ed i principi base del rugby ma senza alcuna possibilità di contatto fisico.
Titolare della franchigia genovese di RugbyTots è Federico Ghiglione,pedagogista ed ideatore di “Professione Papà”, un’associazione affiliata al Centro Sportivo Italiano.
Da alcune settimane, Francesca Misley,allenatrice di RugbyTots, propone ad Altum Park un paio di ore di attività ludico-motoria che riscontra un grande entusiasmo da parte dei bambini che frequentano gli Educamp CONI.


Condivi su...